giovedì 19 aprile 2012

XX ROMA 1992-2012

I Futuristi teorizzavano l'arte in movimento, erano ossessionati dal movimento e cercavano di riprodurlo nelle loro opere. Elogiavano i nuovi mezzi di trasporto, le macchine , i treni, la velocità. Forse ogni movimento artistico si potrebbe definire come espressione diretta del periodo storico nella quale nasce, la tecnologia, la situazione politica, e le condizioni socio-economiche. In questo caso il Futurismo fu un sottoprodotto della rivoluzione industriale? Gli albori della produzione di massa e del consumismo.

Dipingendo su oggetti in movimento i writers hanno realizzato ciò che i Futuristi teorizzavano cento anni fa. Probabilmente opere dipinte agli inizi del 1900 da Balla o sculture di Boccioni sono oggi in perfette condizioni, quasi come nuove. I graffiti essendo eseguiti su superfici non autorizzate vengono puliti costantemente. Sono opere effimere, un giorno ci sono e il giorno dopo non ci sono piu. Ciò nonostante non è raro che alcune opere dipinte durino per anni, assoggetandosi ad intemperie, pioggia, vento, sporcizia, sole e fattori umani quali acidi utilizzati per pulire i vetri che invecchiano ulteriormente il "pezzo". Dunque un graffito non rimane uguale, immutato nel tempo ma cambia giorno dopo giorno, viaggia e si muove, invecchiando lentamente proprio come l'autore dell' opera invecchia, da giovane diventa vecchio e prima o poi muore. E' come se un graffito abbia una sua vita propria.

lunedì 2 aprile 2012

TRVSTEVER

Qualche annetto fà furono scoperti degli enormi fullpipes in vetroresina in una fabbrica abbandonata dalle parti dell' Aurelia dove ci facevano dei rave. C'erano svariati de sti tubbi accatastati uno accanto all' altro e quando ce skeitavi dentro apparte che si flettevano e scricchiolavano, ma il suono rimbombava che alla fine te rimbambiva... Cazzate a parte ti sentivi avvolto a tal punto dal rumore dentro sti tubbi enormi che ti sentivi come a casa, oserei dire quasi un ritorno simbolico all'utero!

Stì tubbi furono scoperti da Marcin er Polacco Volante proprio durante uno de sti rave, e fù grazie a lui che arrivò una ventata d'aria fresca per lo skateboarding Romano...

Filmato e montato da Mauro Peduto, colonna sonora azzeccatissima dei Cor Veleno per due trasteverini DOC, Papik Rossi e Ale Martoriati!!!