lunedì 28 febbraio 2011

Roman Toys

E' ormai noto e risaputo che lo skateboarding ringiovanisce chi lo pratica...specialmente in Italia, il secondo paese più anziano d'europa che conta circa il 20,2% della popolazione over 65 secondo i dati ISTAT del 2009. Un forte squilibrio generazionale che di certo non è d' aiuto ad una gioventù sempre più distaccata da una quotidianità e una politica distante anni luce dai suoi bisogni.
E anche se ultimamente può sembrare che le cose un pochino si smuovano, non illudiamoci...in fin dei conti lo skateboard non è un giocattolo!

mercoledì 16 febbraio 2011

A Brief Glance N° 5!

La premiata ditta Bendotti Biondani & Sons partorisce il quinto numero della loro rivista strà-attenta all'inquinamento ed ai problemi energetici che affliggono il nostro pianeta...infatti nessun albero tagliato e niente mila copie portate al macero direttamente dalla stamperia, perchè ABG è solo online! 
Mi preme parlare di un articolo in particolare che riguarda la famigerata Banda della Magliana che dalla fine degli anni '70 fino ai primi anni '90 ha dominato la Città Eterna con un pugno d'acciaio entrando prepotentemente nelle cronache Italiane e mondiali nonchè nell'immaginario collettivo di migliaia di giovani, rendendo alla Banda una fama senza eguali in campo criminoso. Vabbè non voglio rovinare la sorpresa leggetevi il nuovo A Brief Glance scritto in inglese (e per chi non capisse l'inglese: a regà oramai è un mondo globalizzato dalle potenze anglo-americane quindi se non parlate inglese state indietro, aggiornatevi!).
E complimenti a Davide Biondani ed al nuovo arrivato fotografo nonchè bebè Giovanni Biondani, auguri!!!

Ah! Dimenticavo che c'è pure un montaggetto video che ripercorre la nostra "caccia" alla banda...

lunedì 14 febbraio 2011

URBANALOGICO

Io amo skeitare alberi e benzinari...vivo in costante contrapposizione fra natura (alberi), e distruzione dell'ambiente (benzinari)... skeito con ruote, suole delle scarpe e gommini di petrolio, e tavole di legno provenienti da alberi che non potrò mai piu skeitare... un giorno vincerò il premio nobel per IPOCRISIA mondiale... nel frattempo penso a divertirmi aspettando la fine del mondo! Libero nel pensiero... schiavo della tecnologia.

Stiamo vivendo appieno nell'era digitale: social network, amicizie virtuali, telecamere HD capaci di catturare attimi altrimenti invisibili all'occhio umano. L'informazione oramai passa per la grande rete, qualsiasi cosa tu cerchi è a portata di un click. Tutto è a portata di tutti fino al punto che nulla ha quasi più valore. Tutto troppo facile. Non si suda più per arrivare a conoscere qualcosa. La "scoperta" spesso non passa manco più attraverso il mondo fisico, reale, ma tramite la connessione. Siamo tutti connessi a non si sa bene che cosa di irreale, etereo...digitale. "Conoscere" oggigiorno vuol dire semplicemente "l'aver cliccato, guardato o letto, mi piace, condiviso", e via alla prossima informazione pixelata.

In tutta questa situazione ai limiti della realtà siamo stati condizionati ad accontentarci del mediocre. Compriamo scadenti cibi industriali confezionati senza leggere gli ingredienti e senza PREOCCUPARCI di sapere cosa stiamo ingerendo. Non abbiamo più un rapporto diretto con il cibo. Puoi mangiare una cosa senza averla nè mai vista nè toccata nella sua forma originale. Così come puoi conoscere una cosa in rete senza averne mai avuto esperienza diretta nella vita reale.

Ci stiamo allontanando sempre più da un' esistenza fisica, reale, verso un' esistenza digitale sempre più discostata e lontana dal mondo tangibile...ciò che io chiamo esistenza analogica.

Vi presento URBANALOGICO, montaggio video che vuole esaltare l'esperienza del vivere, rapportarsi, confrontarsi con e nella città, i suoi luoghi, la sua gente, in uno scambio volto al miglioramento, all' accrescimento della conoscenza approfondita degli spazi della città e di se stessi.

giovedì 3 febbraio 2011

Cruise to the Shop

Chi è il misterioso personaggio che veste le sembianze di Andrea di Fisheye skateshop? Mentre l'originale è in Tailandia, costui sembra gli abbia addirittura occupato casa e negozio...come nel film "Una Poltrona per Due" con Eddie Murphy, solamente che questa volta è reale...
Riuscirà il nostro Andrea a riimpossessarsi della sua vera identità?

Filmed and edited by Ale Martoriati